Array

Come aiutare un membro della famiglia con Anorexia – 9 passaggi

da uncomo.com Abbiamo parlato di come sapere se mia figlia ha anoressia, e volevamo anche guidarti su come trattare l’anoressia. Questa malattia è un disturbo del comportamento alimentare, causato dalla preoccupazione di aumentare il peso e una realtà distorta, dove la persona malata è sempre sovrappeso anche se non lo è. Ciò fa sì che la persona abbia comportamenti alimentari inadeguati per perdere peso. Ma cosa succede quando abbiamo un membro della famiglia con Anorexia? E se è tuo figlio o figlia? Può aiutare? Da UNCOMO.com vogliamo guidarti come aiutare un parente con anoressia.

cerca informazioni sull’anoressia. Scopri bene per capire cosa significa che la malattia è in grado di aiutare il tuo familiare con conoscenza ed essere in grado di capire i loro comportamenti per essere in grado di affrontarli.

Evita di avere conversazioni sul cibo o dall’aspetto fisico, lo farà solo via dalla conversazione per il sentimento a disagio.

Farlo vedere che sei preoccupato per la tua salute e che vuoi darti il ​​tuo supporto.

Sebbene il tuo familiare si rifiuta di parlare della questione o di rinfrescarlo, dobbiamo parlarne, ma non accusando ciò che fa, se non menzionare ciò che è visto oggettivamente in termini di comportamento. Facendolo capire che sarai al suo fianco senza controllarlo.

Non giudicarti, mostrati a capire e dirgli cosa ne pensi e come vuoi aiutarti con il tatto.

Se hai mai condiviso con il tuo familiare, un pasto o una cena ignora possibili commenti o proteste per quanto riguarda le quantità o il contenuto del cibo.

Evita le discussioni con altri familiari relativi alla malattia. Se è inevitabile parlare di qualsiasi argomento correlato, dillo quando il tuo parente malato non è presente.

Pensa che il tuo membro della famiglia non sia solo fisico. La maggior parte del problema ha psicologicamente. Se hai bisogno di un aiuto professionale, cerchi di vederti con più famiglie che forse puoi andare bene ad andare da lui per sentirti meglio. Tieni presente che se decidi o non hai alcun aiuto da un professionista, dovresti decidere con la persona malata, perché se vai in una persona professionale, non avrai l’aiuto di cui hai davvero bisogno di non essere ricettivo.

Se decidi di avviare un trattamento, essere affettuoso con il tuo familiare. Non discutere del cibo, del tuo peso o del suo aspetto. Non insistere nel cambiare il tuo modo di mangiare o i tuoi atteggiamenti al cibo. Lascia che sia il professionista che è responsabile e pensa che quando i cambiamenti stanno progredendo, sarà fatto da solo.

Questo articolo è semplicemente informativo, in cralnazione.it Non abbiamo facoltà di prescrivere qualsiasi trattamento medico o eseguire qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare da un medico in caso di presentare qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere articoli più simili per aiutare un familiare con Anorexia, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di salute mentale.

.

Related Stories

Llegir més:

Come scegliere un podologo sportivo: cosa dovresti sapere

Prendersi cura della salute dei piedi quando si esegue lo sport è...

Come scegliere un caregiver per una persona anziana –...

Stai pensando di assumere qualcuno per prendersi cura di uno amato? Quando...

Come scegliere le scarpe del piedino diabetico – 6...

Diabetes implica una serie di complicazioni tra cui il piedino diabetico si...

Come scegliere un umidificatore – 6 passaggi

Mentre è vero che l'eccessiva umidità è dannosa per il corpo, gli...

Come scegliere le scarpe giuste – 6 passaggi

Non è solo una questione di progettazione, la scelta di calzature adeguate...

Come scegliere le scarpe in terza età – 5...

Scelta delle scarpe anziane negli anziani diventando particolare importanza, poiché mentre invecchiamo...