Come controllare le costanti vitali – 5 passaggi

I segni vitali sono quei segni che indicano che una persona è viva e in una situazione stabile, in determinati momenti il ​​controllo dei parametri vitali è fondamentale per sapere se sta bene una paziente che sta subendo un intervento chirurgico o una madre che sta entrando in travaglio. Se ci troviamo in una situazione estrema, dobbiamo controllare i segni vitali per sapere cosa dobbiamo fare. Successivamente spiegheremo come controllare i segni vitali di una persona.

Potrebbe interessarti anche: Come idratarsi durante l'esercizio Passaggi da seguire:

uno:

I segni vitali più importanti che dobbiamo monitorare e che svilupperemo di seguito sono:

  • respirazione
  • polso
  • temperatura
  • pressione sanguigna

Due:

La temperatura è uno dei segni vitali più facili da prendere, per prendere questa costante dobbiamo usare un termometro, attualmente sono tutti digitali. In generale, la temperatura ascellare o orale è compresa tra 36 e 37º C e la temperatura rettale aumenta di mezzo grado in più. come normale. Le donne incinte e gli anziani tendono ad avere una temperatura corporea più alta rispetto ai giovani. Dovremmo preoccuparci se la temperatura è inferiore a 35 Cº e se supera i 38 Cº.

3:

La respirazione è una costante vitale che dobbiamo assumere prestando attenzione alla respirazione del paziente, in riferimento alla frequenza respiratoria, che è il numero di respiri al minuto. Il neonato ha da 30 a 40 respiri al minuto, durante il primo anno di vita ha da 26 a 30 respiri/min.

Il ritmo respiratorio è la successione dei movimenti inspiratori ed espiratori, sarebbe considerato patologico se ci fosse una pausa tra i due movimenti. La quantità di aria che entra ed esce dai polmoni in condizioni normali è di 500 cm 3. Simmetria: i due polmoni funzionano allo stesso modo.

Dobbiamo preoccuparci se si verifica una di queste situazioni:

  • Eupnea: tra 12 e 18 respiri al minuto
  • Tachipnea: valori superiori a 18 respiri al minuto.
  • Bradipnea: valori inferiori a 12 respiri al minuto

In una di queste situazioni dovresti agire e chiamare i servizi medici.

4:

La pressione sanguigna è la costante vitale più complicata da misurare e per questo abbiamo bisogno di uno sfigmomanometro. Se ce l'hai, dovresti mettere lo sfigmomanometro sul braccio, a livello dei bicipiti, e misurare la pressione sanguigna. La pressione corretta sarebbe:

  • 120 -140 pressione sistolica
  • 70 – 90 pressione diastolica

Dobbiamo preoccuparci se la pressione è molto bassa o molto alta, ma anche se è sbilanciata.

5:

Il polso è una costante vitale che è molto facile da misurare e ciò che misuriamo è il numero di pulsazioni o battiti o contrazioni cardiache che il cuore compie durante un minuto.

I valori normali in un adulto sano sono compresi tra 60 e 80 battiti al minuto. (ppm) Quando si rileva il polso di un paziente, devono essere presi in considerazione i seguenti aspetti:

  • Frequenza corretta: Tra 60 e 90 ppm.
  • Bradicardia: valori inferiori a 60 ppm.
  • Impulso veloce: tra 90 e 100 ppm.
  • Tachicardia: superiore a 110 ppm.

Questo articolo è puramente informativo, in oneHOWTO non abbiamo il potere di prescrivere alcun trattamento medico o fare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a rivolgerti a un medico nel caso in cui si presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come controllare i segni vitali , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Salute familiare.

Related Stories

Llegir més:

Come trattare la malattia di Crohn con integratori naturali

Un modo semplice per curare il morbo di Crohn è con integratori naturali....

Come trattare la dispnea – 7 passaggi

La dispnea è intesa come mancanza di respiro o sensazione di mancanza di respiro....

Come trattare la diarrea del viaggiatore – 6 passaggi

Tra il 40 e il 60% delle persone che si recano nei paesi...

Come trattare la diarrea

Nel corso della nostra vita, abbiamo tutti sofferto di diarrea in una o più...

Come trattare la guarigione del colon – 6 passi

Se si soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS), inclusa la colite ulcerosa, il...