Come rilevare l’AIDS

La sindrome da immunodeficienza acquisita , nota come AIDS, è il termine usato per riferirsi allo stadio avanzato del virus dell'immunodeficienza umana, o HIV . Questa malattia sessualmente trasmissibile ha causato la morte di milioni di persone e, nonostante le campagne di sensibilizzazione condotte in tutto il mondo, il tasso di infezione è ancora alto e in costante aumento, soprattutto nel continente africano. In questo sito web .com chiariamo alcuni aspetti di questa malattia in modo che possiate scoprire come rilevare l'AIDS .

Potrebbe interessarti anche: Qual è la differenza tra HIV e AIDS Index

  1. Cos'è l'AIDS?
  2. Trasmissione dell'HIV
  3. Stadi dell'HIV
  4. Come individuarlo
  5. Importanza di sottoporsi a test regolari

Cos'è l'AIDS?

Quando si parla di AIDS, ci si riferisce allo stadio avanzato del virus dell'immunodeficienza umana HIV. Il virus attacca il sistema immunitario rendendolo soggetto a varie infezioni e malattie che possono essere pericolose per la vita del paziente. In una persona con un sistema immunitario sano questo tipo di patologia non causerebbe alcun problema, ma in un paziente con HIV rappresentano una condizione importante che mette a rischio la sua vita.

Trasmissione dell'HIV

All'inizio degli anni '80, i primi casi di AIDS sono comparsi in pazienti con virus dell'immunodeficienza acquisita avanzata. Dopo molte ricerche, è stato possibile determinare un modello di trasmissione del virus: il contatto sessuale.

Lo scambio di liquidi durante il sesso tra una persona sieropositiva e una persona sana, porta al contagio. Ma non è l'unico modo in cui una persona può acquisire il virus: il contatto con il sangue contaminato attraverso l'uso, ad esempio, di una siringa infetta, e la trasmissione della malattia dalla madre al feto durante la gravidanza, sono le tre forme di contagio attualmente identificato, essendo quello sessuale il più comune. Da qui l'importanza di usare il preservativo durante gli incontri sessuali.

È importante capire che l'HIV non si trasmette attraverso il contatto quotidiano con una persona infetta, o condividendo bevande, cibo o spazi comuni. Le condizioni per il suo contagio sono molto specifiche e possono essere controllate tenendo conto delle misure di prevenzione.

Stadi dell'HIV

Dopo l'infezione, la persona può impiegare da 2 settimane a poco più di due mesi affinché gli anticorpi che indicano la presenza del virus vengano rilevati nel sangue. Poiché il periodo può variare tra i pazienti, i primi 3 mesi dopo l'infezione sono noti come periodo finestra , che è il tempo che intercorre tra il momento in cui una persona viene infettata e lo sviluppo di anticorpi contro il virus.

La fase successiva della malattia è la fase asintomatica , in cui la persona infetta da HIV può condurre una vita normale e sana per molti anni prima che compaiano i primi sintomi, che in alcuni casi non compaiono mai.

La fase sintomatica precoce e media si verifica quando il paziente inizia a manifestare i primi sintomi della malattia, come eruzioni cutanee, affaticamento, sudorazione notturna, improvviso calo ponderale e le tipiche malattie associate a questo virus che si verificano quando il sistema immunitario inizia a indebolirsi (herpes intimo o in bocca, candidosi, ecc.).

Poi arriva la fase avanzata del virus, ora noto come AIDS . In questo periodo il danno al sistema immunitario è grave, quindi l'organismo presenta infezioni opportunistiche, malattie che difficilmente si verificherebbero in un sistema immunitario sano ma con HIV avanzato sono comuni, ad esempio polmonite da Pneumocystis carinii , toxoplasmosi e candidosi.

Come individuarlo

Una volta compreso che soffrire di HIV non implica necessariamente soffrire di AIDS , per arrivare a questa diagnosi bisogna passare attraverso diversi processi.

I primi test per rilevare l'HIV sono noti come ELISA, Western Blot e IFA , con i quali cercano di determinare se gli anticorpi caratteristici del virus sono presenti nel sangue.

Una volta confermata questa diagnosi, non è possibile stabilire se il paziente sarà affetto da AIDS.La maggior parte dei pazienti affetti da HIV che vengono trattati nelle fasi primarie è riuscita a vivere per molti anni senza presentare sintomi di AIDS.

Quando viene diagnosticato l'HIV, il paziente deve sottoporsi a frequenti esami del sangue, se in qualcuno di essi la conta dei CD4 è inferiore a 200/mm3 o si sono verificate una o più delle classiche infezioni opportunistiche in fase avanzata, il paziente può finalmente essere diagnosticato con AIDS.

Importanza di sottoporsi a controlli regolari

Quelle persone che hanno un partner fisso e che non sono state sottoposte ad alcuna situazione di rischio, difficilmente pensano di fare un test per determinare se soffrono di HIV, anche se è conveniente farlo ogni anno. Tuttavia, quando i rapporti sessuali non sono sempre con lo stesso partner, quando ci sono frequenti cambi di partner o quando si è stati esposti a una situazione di rischio (stupro, puntura con una siringa usata, ecc.) è importante rivolgersi a uno specialista per ricevere tutta l'attenzione necessaria e avviare il processo di test per determinare se siamo infetti.

Prima viene diagnosticata la malattia, più è probabile che conduca una vita normale.

Questo articolo è puramente informativo, in oneHOWTO non abbiamo il potere di prescrivere alcun trattamento medico o fare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a rivolgerti a un medico nel caso in cui si presenti qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come rilevare l'AIDS , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti secondari.

Related Stories

Llegir més:

Come trattare la malattia di Crohn con integratori naturali

Un modo semplice per curare il morbo di Crohn è con integratori naturali....

Come trattare la dispnea – 7 passaggi

La dispnea è intesa come mancanza di respiro o sensazione di mancanza di respiro....

Come trattare la diarrea del viaggiatore – 6 passaggi

Tra il 40 e il 60% delle persone che si recano nei paesi...

Come trattare la diarrea

Nel corso della nostra vita, abbiamo tutti sofferto di diarrea in una o più...

Come trattare la guarigione del colon – 6 passi

Se si soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS), inclusa la colite ulcerosa, il...