Array

Come rilevare un nodulo nel seno

Un nodulo mammario è una solida formazione di contenuti nel tessuto mammario che può essere benigno o maligno, motivo per cui dovrebbe essere rivisto presto da uno specialista medico. Anche se, nella maggior parte dei casi, questi sono benigni, è importante sottoporsi a una revisione medica esauriente per escludere che sono patologie molto gravi, come il cancro al seno, e, se necessario, essere in grado di avviare il trattamento adeguato il prima possibile . Per identificare questo tipo di lesioni al seno e proteggere la nostra salute, è sempre importante essere consapevoli delle misure raccomandate dai ginecologi, come la realizzazione dell’autoesame del seno e soggetto a test di mammografia quando conveniente. Continua a leggere questo articolo di crijazionecri.it per scoprire maggiori dettagli su queste procedure e sapere come rilevare un nodulo nel seno.

  1. Autoexen del seno per rilevare noduli del seno
  2. Quando andare dal medico?
  3. L’importanza della mammografia
  4. Come sapere se un nodulo è Benigno o Malignante

Auto-esame del seno per rilevare noduli mammary

Ginecologi insistono sull’importanza di eseguire un autoexame di seno a casa una volta al mese, come Minimo, poiché questa semplice operazione può portarci ad osservare e rilevare qualsiasi irregolarità nel seno e trattato qualsiasi disturbo, sia che i tumori benigni o, dall’altra parte, malattie più gravi come il cancro al seno.

Pertanto, per rilevare un nodulo nel seno, raccomandiamo che 1 settimana dopo che la tua mestruazione ha finito, esaminare l’aspetto del tuo seno eseguendo le seguenti istruzioni per farlo correttamente.

Esplorazione visiva

  1. in piedi nudi, in piedi e con le braccia rilassate attaccate al lato del corpo davanti a uno specchio.
  2. Osservare il seno e cerca eventuali modifiche in essi, se sono cambiamenti nella trama della pelle, se ci sono fossette, rughe, ammaccature, aree arrossate, ecc.
  3. guarda anche la forma e il contorno di ciascun seno per vedere se c’è una notoria irregolarità.
  4. Infine, focalizza la tua attenzione sui capezzoli e osservare se sono affondi o retratti.

Palpazione dei sensi

  1. Per sentire il seno, è meglio che si rivolge a faccia in su.
  2. posiziona la mano sinistra dietro la testa mantenendo il gomito che si appoggia sul letto. Con la mano destra, toccare il seno sinistro che inizia delicatamente con il bordo esterno.
  3. continua a sentire il seno dopo la direzione in senso orario, verso il capezzolo. Quando raggiungi questo, lo prestino delicatamente e controllalo se c’è una specie di secrezione.
  4. Quando hai finito, ripetere la stessa procedura sul seno destro.
  5. Infine, siediti e sentire l’ascella, perché il tessuto mammario si estende anche a quest’area.

Se si desidera visualizzare ulteriori dettagli su questo processo, è possibile controllare l’articolo come eseguire l’auto-esame del seno.

Quando andare dal medico?

Dopo l’auto-esame del seno, è molto importante consultare il tuo ginecologo se hai osservato o sperimentato uno dei segni che ti mostriamo di seguito:

  • presenza di una massa nel seno.
  • rosso seno, molto caldo o infiammato.
  • Secrezione liquida o sanguinante del capezzolo.
  • Presenza di una massa nell’area dell’Astrpit.
  • dolori al seno che sembrano non essere correlati al periodo mestruale.
  • affondamento o retrazione del capezzolo.
  • cambiamenti significativi nella trama della pelle o dell’eczema nel capezzolo.

L’importanza della mammografia

Non solo l’auto-esplorazione è sufficiente, poiché da una certa età (40 anni), tutte le donne dovrebbero prendere una mammografia una volta all’anno, considerando che questa frequenza può variare nel ruolo della storia clinica di Ogni paziente, poiché, ad esempio, quelle donne che hanno una storia familiare del cancro al seno dovrebbero farlo a un’età precedente (35 anni).

In questo test, una radiografia completa del tessuto mammario viene eseguita mediante una speciale macchina a raggi X per osservare attentamente se c’è alcuna alterazione nel seno.

Nel caso in cui i risultati della mammografia siano anormali, non significherà sempre che ci sia il cancro al seno, perché nella maggior parte dei casi è un disturbo benigno, ma sarà consigliato sicuramente la realizzazione di altri test complementari, come può essere un ultrasuono o risonanza magnetica. Tuttavia, se i risultati dei test sono sospetti, è possibile che una biopsia sia effettuata per esaminare il tessuto in questione e verificare se è benigno o canceroso.

Come sapere se un nodulo è specialista Benigno o Malignante

assicurato che circa l’80% delle ferite che le donne sono palpate nel loro seno o che sono contemplate da una mammografia sono natura benigna, ma prima di qualsiasi protuberanza o inutilizzata è conveniente andare al ginecologo per ricevere una diagnosi sicura e non eseguire rischi non necessari.

È conveniente sapere qual è la differenza tra un nodo benigno e un tumore maligno; Il primo, è delimitato, morbido ed è mobile, al contrario, il secondo di solito si verifica con bordi irregolari, duri e generalmente indolori. Nonostante ciò, queste caratteristiche possono essere variabili, quindi è opportuno fissare anche su altri cambiamenti insoliti che possono essere un’indicazione del cancro al seno, come l’infiammazione del seno, la formazione dei fori, la retrazione dei capezzoli o l’affondamento, le secrezioni del capezzolo, del rossore, desquamazione o ispessimento del seno o della pelle del seno. Prima del manifesto di uno qualsiasi di questi sintomi, dovresti consultare il medico il prima possibile.

Nel seguente articolo, ti mostriamo ulteriori informazioni su ciò che i sintomi del cancro al seno sono.

Questo articolo è semplicemente informativo, in crionnatizioncri.it Non abbiamo facoltà di prescrivere qualsiasi trattamento medico o eseguire qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare da un medico in caso di presentare qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se si desidera leggere articoli simili su come rilevare un nodulo nel seno, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di salute della famiglia.

.

Related Stories

Llegir més:

Come scegliere un podologo sportivo: cosa dovresti sapere

Prendersi cura della salute dei piedi quando si esegue lo sport è...

Come scegliere un caregiver per una persona anziana –...

Stai pensando di assumere qualcuno per prendersi cura di uno amato? Quando...

Come scegliere le scarpe del piedino diabetico – 6...

Diabetes implica una serie di complicazioni tra cui il piedino diabetico si...

Come scegliere un umidificatore – 6 passaggi

Mentre è vero che l'eccessiva umidità è dannosa per il corpo, gli...

Come scegliere le scarpe giuste – 6 passaggi

Non è solo una questione di progettazione, la scelta di calzature adeguate...

Come scegliere le scarpe in terza età – 5...

Scelta delle scarpe anziane negli anziani diventando particolare importanza, poiché mentre invecchiamo...