Perché il mio tatuaggio ha sollievo e mi prurito

Quando si tratta di farsi un tatuaggio, è importante rivolgersi sempre a dei professionisti per evitare problemi che possono insorgere in alcune occasioni, come il fatto che rimanga in rilievo. Una situazione che può verificarsi, anche se il tatuaggio è già completamente guarito e il tempo è passato. Inoltre, questo sollievo è spesso accompagnato da prurito. Se è successo a te o è il tuo caso oggi, sicuramente ti chiedi perché il mio tatuaggio ha sollievo e prude ? Da OneHOWTO spiegheremo quali sono le principali cause che generano questo sollievo e che causano anche prurito, oltre a dirti quanto tempo è necessario attendere che il sollievo del tatuaggio scenda, anche se te lo abbiamo già detto che il tempo di attesa è diverso in ogni caso a seconda del tatuaggio che hai fatto e di molte altre circostanze.

Potrebbe interessarti anche: Come prendersi cura di un tatuaggio appena fatto Index

  1. Perché il mio tatuaggio è sollevato e pruriginoso?
  2. Tatuaggio cheloide: perché appare e come può essere evitato
  3. Quando diminuisce il sollievo del mio tatuaggio

Perché il mio tatuaggio è sollevato e pruriginoso?

In generale, non è strano che il tatuaggio abbia sollievo perché, in realtà, quando è fatto ciò che si produce sulla pelle è come una ferita, che richiede un processo di guarigione come un altro.

Detto questo, a volte ci sono casi specifici in cui il sollievo impiega più tempo ad andare via o è molto più ingombrante, tra le altre possibili conseguenze. E perché sta succedendo tutto questo? La verità è che può essere dovuto a diverse cause , la più comune è:

  • Reazione allergica : uno dei motivi principali per cui il tuo tatuaggio ha sollievo è dovuto a una reazione allergica, che è principalmente correlata all'inchiostro che è stato utilizzato. L'allergia ai tatuaggi è molto più comune nei casi in cui la pelle è stata tatuata con toni gialli e rossi . In queste situazioni il sollievo compare immediatamente e può permanere per diversi giorni e anche per alcune settimane. Questo può anche essere accompagnato da prurito.
  • Reazioni non allergiche : l'aspetto del rilievo del tatuaggio può anche essere dovuto a reazioni non allergiche. In effetti, i cambiamenti nel corpo spiegano anche il suo aspetto. Non è raro che un cambiamento di umore o un semplice sbalzo di tensione generino una reazione al tatuaggio, manifestandosi nelle zone più sensibili del corpo, come, in questo caso, il tatuaggio perché non sarebbe guarito.
  • Condizioni ambientali : il tatuaggio può generare prurito a seconda delle condizioni ambientali, temperatura e umidità essendo fattori determinanti. Ed è che più alta è la temperatura –come succede in estate-, e più umidità, più la ferita si gonfierà e la pelle sarà più tesa, generando prurito. Tuttavia, con il freddo può verificarsi anche prurito perché la pelle si secca e, quindi, è più tesa. Inoltre, l'esposizione al sole fa apparire il sollievo.

Tatuaggio cheloide: perché appare e come può essere evitato

Oltre alle cause precedenti che spiegano perché il tatuaggio ha sollievo, c'è ancora un altro fattore che deve essere preso in considerazione e che produce anche quell'effetto sollievo sulla pelle dopo averlo tatuato.

È quello che è noto come un tatuaggio cheloide . Termine che si riferisce a quei tatuaggi in cui si osserva come una sorta di cordone che lo circonda . Questi casi si verificano perché la persona è soggetta alla formazione di cheloidi, che non è altro che una crescita sproporzionata e un po' esagerata del tessuto cicatriziale dove si è verificata la lesione cutanea, in questo caso quella fatta durante il tatuaggio della pelle.

Ma, in più, il tatuaggio cheloide può comparire anche per problemi di ipertrofia, che si riconoscono perché le cicatrici ipertrofiche crescono di spessore invece che in superficie come accade con i cheloidi.

C'è anche un'altra differenza fondamentale tra le due cicatrici da tenere a mente: quella ipertrofica è meno visibile con il passare del tempo, mentre la maggior parte dei cheloidi non scompare o si appiattisce con il passare degli anni.

Uno dei motivi di quest'ultimo è che bisogna prestare estrema attenzione dopo essersi fatti il ​​tatuaggio per non compiere semplici gesti che favoriscono la comparsa di questo tipo di cicatrici. In questo modo devi:

  • Usa creme che aiutano la guarigione della pelle
  • Evita di prendere il sole dopo e prima di farti il ​​tatuaggio
  • Non assumere anticoagulanti o farmaci o qualsiasi altro prodotto vasodilatatore come l'alcol prima e durante il tatuaggio, anche se è importante evitare questo tipo di prodotto fino a quando non è ben guarito.

Quando diminuisce il sollievo del mio tatuaggio

Quando il sollievo appare sul tatuaggio, una delle maggiori preoccupazioni è sapere quanto tempo sarà così. La verità è che una risposta chiara e ferma non può essere data quando il sollievo di un tatuaggio diminuisce, poiché dipenderà dalle dimensioni del tatuaggio, nonché dalla causa che ha causato il sollievo.

In ogni caso, a titolo indicativo, si può affermare che il rilievo impiega dalle quattro alle otto settimane per sbiadire -ad eccezione delle cicatrici ipertrofiche e cheloidi-, che è il tempo necessario affinché gli inchiostri utilizzati nel dipinto sistemare il tatuaggio.

Con queste spiegazioni che ti diamo in un HOWTO, speriamo di aver risposto alla tua domanda: perché il mio tatuaggio ha sollievo e prude? È sempre consigliabile affidarsi alle mani di professionisti per fare il tatuaggio e seguire le loro istruzioni prima e dopo aver tatuato la pelle.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché il mio tatuaggio è sollevato e prude , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Bellezza e cura della persona.

Related Stories

Llegir més:

Come trattare la malattia di Crohn con integratori naturali

Un modo semplice per curare il morbo di Crohn è con integratori naturali....

Come trattare la dispnea – 7 passaggi

La dispnea è intesa come mancanza di respiro o sensazione di mancanza di respiro....

Come trattare la diarrea del viaggiatore – 6 passaggi

Tra il 40 e il 60% delle persone che si recano nei paesi...

Come trattare la diarrea

Nel corso della nostra vita, abbiamo tutti sofferto di diarrea in una o più...

Come trattare la guarigione del colon – 6 passi

Se si soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS), inclusa la colite ulcerosa, il...