Snowdration di un tatuaggio – conseguenze e sacerdoti

Dopo essersi fatti un tatuaggio, è fondamentale curarlo bene seguendo i consigli degli esperti per mantenere la pelle sana e il tatuaggio in perfette condizioni. Tuttavia, ciò di cui molti non sono a conoscenza è che per paura della mancanza di idratazione, ci sono persone che tendono a sovraidratare i propri modelli, pratica che dobbiamo evitare a tutti i costi.

Sono comparsi dei brufoli sul tuo tatuaggio e non sai a cosa sono dovuti? Successivamente, da unHOWTO, ti sveliamo tutto ciò che devi sapere sull'iperidratazione di un tatuaggio: conseguenze, come curarlo e cosa fare affinché non si ripeta.

Potrebbe interessarti anche: Perché il mio tatuaggio sembra rugoso Indice

  1. Conseguenze dell'eccessiva idratazione di un tatuaggio
  2. Come curare l'iperidratazione di un tatuaggio
  3. Come evitare di iperidratare un tatuaggio

Conseguenze dell'eccessiva idratazione di un tatuaggio

Dopo aver fatto un tatuaggio, l'idratazione è fondamentale per farlo guarire correttamente, motivo per cui è fondamentale seguire i consigli degli esperti. Seguire questo processo alla lettera è molto importante, tuttavia, dobbiamo stare attenti a non esagerare e a non abusare dei prodotti e dei farmaci consigliati. Parliamo più nello specifico della sovraidratazione di un tatuaggio .

Come sapere se il tatuaggio è iperidratato ? Può essere visto ad occhio nudo, poiché sul tatuaggio compaiono brufoli biancastri o rosati. Questo perché l'eccessiva idratazione ostruisce i pori e crea questa eruzione cutanea, un problema che può finire per rovinare il tatuaggio. Ma questa non è l'unica conseguenza che può avere l'iperidratazione di un tatuaggio, poiché molti dei sintomi sono:

  • Graniti nel tatuaggio
  • Irritazione
  • Prurito
  • pelle del tatuaggio sbucciata
  • crepe nella pelle

Ricorda che il tatuaggio è una ferita aperta che necessita di cure precise. Se è vero che le croste fanno parte dei normali sintomi dopo un tatuaggio , idratare troppo la ferita può avere effetti negativi che portano a grattarsi troppo, ammorbidire le croste o staccarle. Quindi, anche se parliamo di sintomi di un tatuaggio fresco, cerca sempre di stare attento.

Come curare l'iperidratazione di un tatuaggio

I brufoli sul mio tatuaggio guarito sono sintomi di un tatuaggio infetto? La risposta è no, per niente. I brufoli sul tatuaggio non sono né un sintomo di un tatuaggio infetto né un sintomo di allergia al tatuaggio, ma piuttosto un sintomo di iperidratazione.

L'applicazione di grandi dosi di unguento per la guarigione dei tatuaggi può causare iperidratazione, qualcosa che è dovuto all'eccesso di grassi e residui che si accumulano sulla ferita aperta. Se hai già trovato dei brufoli nel tatuaggio guarito e non sai come invertire la situazione, prendi nota, perché spieghiamo come rimuovere l'iperidratazione da un tatuaggio:

Lascia riposare il tatuaggio

Se noti dei brufoli sul tatuaggio, dovrai smettere di usare la crema che stai usando per almeno le prossime 24 ore. Dopo questo giorno di riposo, ti consigliamo di ridurre l'applicazione dell'unguento e applicarlo solo una volta al giorno. L'obiettivo è trovare l'equilibrio tra idratazione e guarigione, rispettando le esigenze della pelle ed evitando la comparsa di un'eruzione cutanea sul tatuaggio.

lavare il tatuaggio

Lavare il tatuaggio con sapone neutro e acqua tiepida non è solo una misura preventiva per evitare la sovraidratazione, ma è anche un passaggio essenziale nel processo di guarigione del tatuaggio. La pelle deve essere mantenuta molto pulita per evitare l'accumulo di residui di grasso e l'intasamento.

regola l'idratazione

Quando utilizzerai nuovamente la crema consigliata dagli esperti, dovrai regolare bene le quantità di medicinale in modo che i brufoli non continuino a comparire a causa della sovraidratazione. Per fare questo, usa una quantità minore e ricopri l'intero tatuaggio con solo un sottile strato di crema.

usare corticosteroidi

Se l'aspetto dei brufoli sul tatuaggio guarito non è ridotto, puoi sempre usare unguenti a base di corticosteroidi. I corticosteroidi hanno un effetto antinfiammatorio che aiuterà a invertire la situazione in breve tempo, tuttavia, prima di utilizzare questo tipo di unguento specifico, consulta il tuo medico per vedere quale è il miglior trattamento possibile per il tuo caso.

Vuoi maggiori informazioni su Perché i brufoli compaiono nel tatuaggio? In questo caso, ti consigliamo di dare un'occhiata a questo altro articolo di OneHOWTO.

Come evitare di iperidratare un tatuaggio

Ora che sai come rimuovere l'eccessiva idratazione da un tatuaggio, in OneHOWTO vogliamo che tu impari come evitarlo. Per fare questo, devi imparare a curare correttamente il tuo disegno e seguendo i consigli dei tatuatori professionisti. In questo caso, dovresti sapere che il processo di guarigione richiede dai 7 ai 14 giorni , a seconda del tipo di tatuaggio, della posizione, delle dimensioni, ecc. Tuttavia, le raccomandazioni da seguire sono sempre simili.

La cosa più importante da ricordare è che per i primi giorni il tatuaggio va trattato come se fosse una ferita aperta. Esistono diversi metodi per curare il nuovo tatuaggio, quindi scegli quello più adatto al tuo caso:

Metodo tradizionale: pellicola trasparente

È molto probabile che una volta terminato il tatuaggio, il tatuatore avvolgerà l'area con un involucro di plastica trasparente, che dovrai rimuovere dopo 3 ore . Ricorda che l'igiene e la sicurezza sono essenziali durante tutto il processo, quindi dovresti lavarti le mani prima di fare qualsiasi passaggio.

Una volta rimossa la carta trasparente, lava il tatuaggio con sapone neutro e acqua tiepida, sempre con movimenti delicati per evitare di danneggiare ulteriormente la zona. Asciuga il tatuaggio con carta da cucina, dando piccoli tocchi al tatuaggio. Ricordarsi di non strofinare direttamente per non irritare la zona o far scoppiare le croste. Una volta che la pelle è asciutta, applica la crema specifica per la cura del tatuaggio. Mettine una piccola quantità e lasciala asciugare all'aria aperta.

Durante le prime due notti dopo il tatuaggio, e una volta che la pelle ha completamente assorbito l'unguento, avvolgere nuovamente l'area con una pellicola di plastica trasparente. È molto importante eseguire l'impacco una volta che la pelle è completamente asciutta , poiché se lo fai subito dopo aver applicato la crema potresti causare la comparsa di brufoli sul tatuaggio come causa della sua iperidratazione.

Questo processo viene solitamente eseguito dalle 3 alle 4 volte al giorno per due settimane, tuttavia, il tuo tatuatore ti darà i consigli necessari per prendersi cura e curare il tuo tatuaggio particolare.

Metodo moderno: pellicole adesive

Questo metodo sta diventando sempre più popolare tra i tatuatori; È costituito da fogli autoadesivi che proteggono il tatuaggio da sfregamento e attrito mantenendolo lontano da qualsiasi agente esterno che potrebbe interferire con il processo di guarigione. Questi fogli autoadesivi aiutano la pelle tatuata a guarire naturalmente dall'interno, aiutando a legare i fluidi naturali del corpo e gli enzimi che consentono alle ferite di guarire . Le lastre autoadesive sono pellicole leggere, flessibili e traspiranti che si adattano perfettamente a qualsiasi area, evitando così l'avvolgimento a volte scomodo della pellicola trasparente.

Per curare il tatuaggio con questo materiale, il foglio deve essere applicato subito dopo la realizzazione del disegno e rimosso dopo 24 ore. Quindi, pulisci adeguatamente il tatuaggio con sapone neutro e acqua tiepida e asciugalo con carta da cucina, dando piccoli tocchi morbidi. Una volta che la pelle si sarà asciugata, applicare la crema per la cura specifica e, quando si sarà ben asciugata , riapplicare un foglio autoadesivo.

Questo processo viene solitamente ripetuto ogni 24 ore per 5 giorni; Trascorso questo tempo, la cosa più sicura è che il tatuatore consiglia di lasciare il tatuaggio all'aria aperta, mantenendo una corretta idratazione con l'applicazione di un po' di crema tra 3 e 4 volte al giorno per due settimane. Questo eviterebbe la comparsa di un'eruzione cutanea sul tatuaggio… se vuoi maggiori informazioni su Come curare un tatuaggio, visita questo altro articolo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Iperidratazione del tatuaggio: conseguenze e come curarla , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Bellezza e cura della persona.

Related Stories

Llegir més:

Come trattare la malattia di Crohn con integratori naturali

Un modo semplice per curare il morbo di Crohn è con integratori naturali....

Come trattare la dispnea – 7 passaggi

La dispnea è intesa come mancanza di respiro o sensazione di mancanza di respiro....

Come trattare la diarrea del viaggiatore – 6 passaggi

Tra il 40 e il 60% delle persone che si recano nei paesi...

Come trattare la diarrea

Nel corso della nostra vita, abbiamo tutti sofferto di diarrea in una o più...

Come trattare la guarigione del colon – 6 passi

Se si soffre di sindrome dell'intestino irritabile (IBS), inclusa la colite ulcerosa, il...